Ti trovi qui: Home » In primo piano

Boom di esoneri: in un triennio più che raddoppiati gli studenti esenti dal pagamento delle tasse universitarie

Più che raddoppiato (+ 127%) a Unimore in un triennio il numero degli studenti esonerati totalmente o parzialmente dal pagamento delle tasse universitarie. Il balzo maggiore si è avuto nell’anno accademico 2017/2018 dove, per effetto dell’innalzamento della no-tax area, elevata alla soglia di 23.000 euro di reddito ISEE, gli esoneri totali sono passati da 3.003 a 5.582, un boom del + 86%.

Solo quattro università in Italia hanno recepito la norma della no-tax area contemplata facoltativamente nella Legge di bilancio dello Stato del 2017. Unimore, dunque, oltre che per l’eccellenza didattica si distingue per il suo forte impegno a garantire l’estensione del diritto allo studio anche ai giovani meritevoli appartenenti a famiglie non particolarmente abbienti.

La determinazione a salvaguardare queste caratteristiche di “università a misura di studente”, solidale e attrattiva, sollecita la necessità che il prossimo anno accademico, dopo 5 anni di blocco della contribuzione universitaria, le tasse saranno aumentate di 100,00 euro. Tuttavia il provvedimento colpirà solo gli studenti appartenenti a famiglie con reddito superiore a 45.000,00 euro.