Assegni di ricerca in corso

Titolo: Politiche, strategie e strumenti per una economia urbana qualificata
Assegnista: Dott. Damiano Razzoli
Tutor: Prof. Fabrizio Montanari
Settore Scientifico-Disciplinare (SSD): SECS-P/10 – Organizzazione aziendale
Durata: mesi 12
Data inizio: 16.12.2017
Data fine: 15.12.2018
Oggetto: l'obiettivo della ricerca è quello di analizzare l’ecosistema creativo di Reggio Emilia per sviluppare politiche di valorizzazione e rafforzamento dell’economia urbana.

Titolo: Implementazione di un osservatorio delle politiche pubbliche a supporto del controllo strategico di un ente locale
Assegnista: Dott.ssa Elena Fornaciari
Tutor: Prof.ssa Anna Francesca Pattaro
Settore Scientifico-Disciplinare (SSD): SECS-P/07 – Economia Aziendale
Durata: mesi 12
Data inizio: 16.11.2017
Data fine: 15.11.2018
Oggetto: la ricerca mira a offrire indicazioni e strumenti utili allo sviluppo e potenziamento di un Osservatorio delle Politiche Pubbliche. Esso si connota come strumento a supporto del controllo strategico dell’ente per valutare la performance dell’ente nella implementazione delle politiche volte all’offerta di servizi ai cittadini e sistema economico-sociale locale. Gli obiettivi riguardano la produzione di informazioni e dati su politiche e servizi in una ottica di trasparenza, accountability, innovazione e di miglioramento continuo.

Titolo: Neofobia alimentare come espressione di conservatorismo politico: il significato sociale del cibo fra tradizione e innovazione in un contesto multiculturale
Assegnista: Dott.ssa Margherita Guidetti
Tutor: Prof.ssa Nicoletta Cavazza
Settore Scientifico-Disciplinare (SSD): M-PSI/05 - Psicologia Sociale
Durata: mesi 12
Data inizio: 01.10.2016
Data fine: 30.09.2017
Oggetto: l'obiettivo della ricerca è quello indagare le radici della neofobia in un atteggiamento più generale di conservatorismo socio-culturale e il modo in cui essa diventa oggetto di trasmissione intergenerazionale. In particolare, si intende studiare gli antecedenti ideologici della neofobia alimentare in connessione con la connotazione sociale dei cibi nuovi e la genesi della neofobia nell'infanzia a partire dall'orientamento ideologico dei genitori.