Obiettivi formativi


Il corso di laurea magistrale in Economia e Diritto per le imprese e le Pubbliche Amministrazione rappresenta una risposta alla necessità di preparare giovani manager e amministratori pronti ad operare nelle organizzazioni e nelle istituzioni maggiormente coinvolte dalla rapida evoluzione verificatasi sia nel settore pubblico sia nel settore privato. Si è ritenuto opportuno configurare un itinerario interdisciplinare (giuridico, economico, amministrativo, sociologico, statistico, ecc.) che riunisse competenze e conoscenze differenti con l'obiettivo di formare un laureato dotato di un sapere "trasversale", che potrà svolgere i compiti sempre più diversificati che caratterizzano oggi sia le pubbliche amministrazioni (locali, nazionali e internazionali), sia le organizzazioni imprenditoriali.
Il corso risulta strutturato come interfacoltà tra le Facoltà di Economia, Giurisprudenza e Scienze della Comunicazione e dell'Economia. L'esperienza maturata, il confronto con gli studenti e con il territorio hanno indotto a considerare opportuna un'adeguata integrazione delle competenze giuridiche con quelle gestionali e manageriali, per fornire una preparazione completa ai laureati destinati a ricoprire ruoli di interfaccia con i mercati ed il contesto istituzionale di riferimento.
Il percorso formativo si sviluppa nei due anni del corso lungo direzioni fra loro complementari: gli studenti acquisiscono competenze economiche e aziendali per la gestione strategica delle organizzazioni pubbliche e private e per l'analisi comparata dei principali modelli di organizzazione delle attività di gestione. Sviluppano competenze approfondite di diritto dell'economia, commerciale, del lavoro, amministrativo e privato comparato, per gestire e coordinare le relazioni contrattuali ed istituzionali con l'ambiente di riferimento. Il corso prevede inoltre l'acquisizione di conoscenze di politica economica, lo studio delle principali teorie sociologiche dell'organizzazione necessarie alla gestione delle relazioni con organizzazioni insediate in contesti culturali, economici e sociali eterogenei. Infine, lo studio delle metodologie statistiche consente agli studenti di imparare a produrre e leggere strumenti di reporting utili alle decisioni strategiche.