Modalità di conversione delle votazioni d'esame conseguite all’estero

La conversione dei voti conseguiti in Erasmus, viene effettuata basandosi prioritariamente sulle tabelle ECTS, nel caso in cui queste siano riportate sul Transcript of records.

Il Sistema ECTS (European Credit Transfer and Accumulation System) è uno strumento che assicura il trasferimento dei risultati accademici (espressi in termini di voti) tra diversi sistemi nazionali di valutazione, in modo corretto e trasparente. Il sistema si basa sul confronto tra le tabelle di distribuzione dei voti di gruppi omogenei di studenti, in un determinato periodo. Nello specifico, per la conversione del voto, la tabella di distribuzione dei voti in trentesimi per la classe di laurea di riferimento viene confrontata con quella prodotta dall’istituzione partner per il gruppo di riferimento parallelo. Nel caso in cui, nel Transcript of records non siano riportate le tabelle di distruzione ma solo il voto in scala ECTS, le corrispondenze vengono calcolate adottando la regola seguente:

  • il voto A corrisponde ai voti ottenuti dal migliore 10% degli studenti;
  • il voto B corrisponde ai voti ottenuti dal successivo 25%;
  • il voto C corrisponde ai voti ottenuti dal successivo 30%;
  • il voto D corrisponde ai voti ottenuti dal successivo 25%;
  • il voto E corrisponde ai voti ottenuti dal 10% finale.

Nei casi in cui gli intervalli di percentuali si sovrappongono, si procede con l'assegnazione del voto medio.

Poiché molte università europee non hanno ancora adottato il sistema internazionale ECTS, nel caso in cui nel Transcript of records si faccia riferimento soltanto al sistema di votazione locale, la conversione avviene utilizzando la tabella allegata.